La gestione della sicurezza integrata è sempre più importante nella piccola, media e nella grande azienda. Una delle ultime realizzazioni di sicurezza integrata, ci ha consentito di installare un sistema di sicurezza antintrusione, videocontrollo e controllo accessi che opportunamente dimensionati e installati hanno consentito la protezione di un’azienda h24 andando a sostituire totalmente il lavoro del personale di sorveglianza e migliorando l’efficacia della funzionalità e dei controlli.

Per quanto riguarda il controllo accessi abbiamo monitorato l’ingresso allo stabilimento mediante un badge ed un codice pin per il controllo delle persone e mediante la lettura delle targhe per il controllo dei veicoli. Tutte queste informazioni vengono centralizzate in un database che all’occorrenza gestisce e restituisce dei dati importanti per la verifica della presenza delle persone e, soprattutto della presenza di persone nelle aree sensibili, in quanto al sistema di controllo sull’ingresso sono state inserite delle posizioni di controllo localizzate nelle aree sensibili dell’azienda come la centrale elettrica, il locale CED, il locale dove vengono custodite formule di lavorazione.

Nel momento in cui si verifica un allarme per evacuazione derivante da una problematica come ad esempio un incendio, è possibile ottenere la lista precisa delle persone presenti nello stabilimento ed avanzare con le opportune procedure di evacuazione.

Questo particolare utilizzo del database del controllo accessi è un esempio delle tante applicazioni che si possono ottenere mediante un’installazione opportuna di controlli sui varchi di ingresso e di uscita dell’azienda. E’ possibile monitorare quante volte un mezzo viene a caricare o scaricare nello stabilimento ed è possibile ancora verificare chi fa cosa e dove lo fa, per esempio, un visitatore che deve recarsi presso l’ufficio acquisti, il suo percorso verrà tracciato dal suo ingresso in stabilimento, il suo ingresso nella zona uffici ed eventualmente è possibile tracciare anche l’ingresso nell’ufficio acquisti se questo è dotato di lettore badge.

Altro caso di applicazione del controllo accessi può essere quello di verifica della presenza di una ditta in manutenzione: più persone dislocate in più parti dello stabilimento: in questo caso è possibile in tempo reale monitorare la loro presenza all’interno dello stabilimento e la loro presenza nelle aree di lavoro.

Per quanto riguarda il sistema antintrusione perimetrale dell’azienda, mediante l’installazione di un cavo microfonico sulla recinzione oppure opportune barriere dislocate sempre lungo il perimetro è possibile andare ad intercettare eventuali intrusi che tentano di entrare e sabotare i nostri impianti; è possibile, mediante l’integrazione dell’impianto d’allarme col sistema di videocontrollo andare a seguire con idonee telecamere intelligenti il movimento delle persone all’interno dei nostri cortili, all’interno delle nostre strade perimetrali e nello stesso tempo l’allarme generato dal perimetrale genera l’allarme al posto di sorveglianza o interno od esterno e le persone preposte all’intervento possono predisporre o l’intervento armato o l’intervento di una persona che va a verificare la presenza dell’intruso.

Quali sono stati i benefici dell’inserimento di un sistema integrato di sicurezza? Innanzitutto l’abolizione dei registri cartacei, una minore interazione della guardia in quanto tutte le analisi vengono eseguite in modo automatico. Solo a posteriori vengono fatte delle analisi sui database le acquisizioni essendo in modalità automatica non c’è rischio di eluderli.

La protezione del perimetro è stata una protezione effettiva h24 non solo più delegata al passaggio della ronda della vigilanza mediante un controllo visivo e spesso troppo veloce. I benefici migliori si sono anche visti nella riduzione notevole dei costi perché a fronte della presenza di più guardie siamo passate una presenza minima di sorveglianza ma molto più efficace.

Come si potrebbe ancora arricchire nel sistema di sicurezza integrato?

Sicuramente una piattaforma di rivelazione incendi per cui, oltre le segnalazioni di intrusione di accesso di videosorveglianza, si potrebbero anche gestire la segnalazione di incendio ed andare a far scattare i vari piani di emergenza di cui generalmente è dotata un’azienda, per esempio: in caso di rivelazione di fumo in un locale si può direzionare sicuramente la squadra antincendio e con le attrezzature ad esempio di videocontrollo presenti nei paraggi verificare la veridicità della presenza di fumo o meno. Spesso questo sistema consente di fare degli interventi mirati e tempestivi quindi da non sottovalutare. Un altro impianto da inserire nella piattaforma integrata è un sistema di allarme tecnologico che verifica la presenza di alimentazione, l’anomalia di determinati interruttori funzionali al servizio, alla perdita del servizio nell’azienda, l’accensione e lo spegnimento di luci nei vari locali dello stabilimento, il tutto gestibile da un software di centralizzazione.

Lascia un commento


Ti piace quello che stai leggendo?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere aggiornamenti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

 Procedendo accetti il documento sulla Privacy presente alla pagina Normativa sulla privacy